Nejishiki – Yoshiharu Tsuge

Nejishiki di Tsuge Yoshiharu
Modello A VITE

1.

Non pensavo ci potessero essere meduse in questo mare.

2.

Sono venuto in questa spiaggia per caso, a nuotare. Una medusa mi ha morso il braccio sinistro.

3.

Ovviamente mi ha reciso una vena.

4.

Il sangue rosso scuro scorreva senza sosta.

5.

La forte emorraggia poteva uccidermi. Dovevo andare da un medico al più presto.

6.

Trovare un medico in questo villaggio di pescatori sconosciuto non sarà facile.

1.

Tenevo insieme le estremità della vena tagliata…

2.

…usando la mano destra.

3.

Dovendo tenermi il braccio…

4.

… non potevo correre.

5.

Se allentavo un poco, immediatamente il sangue schizzava fuori.

6.

Mi scusi, c’è un medico nei paraggi?

7.

Sto disperatamente cercando un medico…

8.

Dunque, il signore sta cercando un “medico”.

1.

Se lei è ha cuore, mi porti da un medico.

2.

In effetti… grosso modo capisco ciò che dici.

3.

Quello che vorresti dire…

4.

Dov’è il medico!

5.

La smetta di scherzare! Io sto per morire!

6.

Guarda! Il mio viso sta diventando semprè più pallido.

7.

(Muro) Sala del tengu – 20 Kan (1 kan 3,75 Kg circa)

8.

Per piacere… ditemi dov’è un medico…

9.

Se andassi nel villaggio vicino potrei trovare un medico.

10.

Sì, facciamo così.

1.

Che strada difficile da percorrere…

2.

La mia risoluzione non può che svanire poco a poco.

3.

Guarda, si stanno radunando le mosche.

4.

Il mio braccio sta andando in cancrena.

5.

Ah! Appena in tempo! Per piacere portami al villaggio vicino.

6.

Prego.

7.

Clang Clang

1.

Questo treno non sta procedendo verso dove è venuto?

2.

Come prova, guarda lo specchio retrovisore! Il villaggio vicino non fa che allontanarsi.

1.

Chiudi gli occhi. Così ti sembrerà di andare al contrario.

2.

Non te l’hanno insegnato a scuola?

3.

Oh, dovrei calmarmi. Anche se sembri un bambino, mi hai salvato la vita.

4.

Oh, c’è un fūrin! (campana a vento)

5.

Le cose belle dell’estate… come guidare mentre nel vento risuona il fresco suono della campana.

6.

Avrei sempre voluto far vedere a mia madre un posto del genere.

7.

Siamo arrivati.

8.

Ah! Ma questo non è il villaggio di prima?

9.

RUMBLE RUMBLE

1.

Oh! Ho sprecato il mio tempo!

2.

Bene, se così stanno le cose cercherò profondamente in tutto il villaggio.

3.

In questo caso penso che sia meglio dire “a fondo”.

4.

Merda, ci sono solo oculisti.

5.

Non si nasconda signora. Ci sono dei medici in questo villaggio?

6.

Che tipo di medico stai cercando?

7.

Caramelle Kintarō

8.

Una ginecologa. Se possibile donna. È assolutamente necessario. Inoltre sarebbe meglio se gestisse la sua attività nella stanza di un edificio.

9.

Nel mio palazzo c’è un dottore.

10.

Ne ha fatto di soldi, signora!

1.

Questo edificio è stato costruito grazie al brevetto di produzione delle Caramelle Kintarō.

2.

Sicuramente le Caramelle Kintarō sono una innovazione. Tempo fa anche mia madre ebbe questa idea.

3.

Ugh!

4.

Sei forse mia madre?

5.

È così vero?

6.

Sei mia madre da prima che io nascessi!

7.

È una storia moooolto lunga… sob sob sob

8.

Raccontami.

9.

Per farlo, dovrei spiegarti il metodo produttivo delle Caramelle Kintarō.

10.

Ma questo non posso riverarlo.

11.

Non te lo chiederò.

12.

Sicuramente il segreto è nel design di questo Momotarō.

13.

Sì, hai ragione. Momotarō in realtà è Kintarō.

14.

Questa è la prova! Guarda!

15.

Kintarō.

16.

Sì! Snap

17.

Kintarō

18.

Kintarō Snap

19.

Allora addio!

20.

Abbi cura di te!

p16

1.

Bene, ho finalmente trovato il medico!

2.

A pensarci bene però non ho avuto molta paura di morire.

3.

Se paragoniamo la morte…

4.

…con la paura di far divenire nella notte la propria sagoma ombrosa un gigante…

5.

…la morte non è proprio niente.

6.

Dottore!

7.

Mi operi!

8.

Questo non è un luogo per maschi. Io sono una ginecologa.

p18

1.

La prego, mi operi. Non è il caso di dire certe cose.

2.

Io sto per morire.

3.

Ho capito. Giochiamo al dottore allora.

4.

Aspetti un attimo! Vuole operarmi senza anestesia?

5.

Una cosa assurda…

6.

Sei un violento.

7.

ZIG ZIG

1.

Sembra che l’operazione sia riuscita.

2.

Non chiudere la valvola. Fermeresti il flusso sanguigno.

3.

È il genio della chirurgia.

4.

Ho solo applicato un modello a interruzione.

5.

VROM VROM

6.

Così, quando restringo la valvola mi viene il formicolio al braccio sinistro.

 

La traduzione non è ancora conclusa, è probabile che qualcosa cambiarà (a livello stilistico, non semantico).

Se vi è piaciuto per piacere comprate le opere pubblicate. Questa traduzione è offerta esclusivamente per scopo divulgativo. Far conoscere l’importanza di Tsuge in Italia è una sfida e cerchiamo di fare il possibile affinchè questo autore venga conosciuto. Copyright di Tsuge Yoshiharu.

All works copyright of Tsuge Yoshiharu. No money is being made from the production or maintenance of these pages. They are meant for the divulgation of Tsuge work.

Traduzione di Gianluca Pretini

Altri articoli su Tsuge:

Le flatulenze filosofiche

Appunti su Nejishiki

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *