Becomix a Startuppato 2017 – Innovating by networking

Becomix a Startuppato 2017. Il nostro stand è ricoperto di fumetti (Magnus, X-Men, Crumb, Umezu, Ranxerox)

Dato che il progetto Becomix è incubato all’interno del Treatabit del Politecnico di Torino abbiamo partecipato a Startuppato 2017, la serata di networking dedicata agli innovatori. Per una volta ci ritroviamo a non parlare di fumetti ma delle start up che ci hanno colpito maggiormente. Le categorie erano molte: dall’Internet of Things alla Cyber Security, dal social travelling alla domotica, passando per i settori del cleantech, della ristorazione, della realtà virtuale e dell’intrattenimento. Esploriamo quindi con ordine.

Aiko, che significa Artificial Intelligence for Space Mission Autonomy, è una startup che permette capacità di decision-making a bordo delle navicelle spaziali. Creano intelligenze artificiali che seguono comandi specifici come Replannig, Failure Detection, Isolation and Reconfiguration, Event Detection, Data Selection. Se volete saperne di più visitate il sito www.aikospace.com

 

Foto di Startuppato 2017
foto presa dal facebook del Treatabit

I ragazzi di Dead Pixels stanno sviluppando Singularity Project, un videogioco di ruolo fantascientifico interamente per la realtà virtuale. Il giocatore ha la possibilità di esplorare una galassia durante lo contro finale tra umani e alieni. Qui il trailer.

NapsyGames presenta due progetti: il gioco MathDungeon, allenamento al calcolo veloce per bambini, e Lisa, una piattaforma educativa pensata per le scuole.

 

Teamies è una app per  il Fantacalcio virtuale. Offre una community dove giocare con i propri amici e trovarne di nuovi.
Questa immagine eloquente spiega già tutto.
Tante app per il fitness e per la salute, come Pharmercure, servizio per la consegna a casa (in tempi rapidi) di farmaci. Moltissime sul cibo come Pregusta, la startup che permette di prenotare degustazioni di vino nelle migliori cantine d’Italia o Drinkvery, che consegna bibite a qualsiasi ora (in Francia esiste già un servizio analogo e si chiama Hallo Apéro).
Il fumetto non era proprio il tema centrale della manifestazione, ma siamo riusciti a ottenere il supporto di qualche fumettologo e ben due voti come migliore start up. Ci siamo divertiti e ammettiamo che abbiamo bevuto più birre rispetto alla consumazione omaggio offertaci dagli organizzatori! Ma dato che s tratta di start up in divenire, perchè non chiamare il festival al gerundio, Startuppando?

 

Elegante decadenza: Three Sisters di Ingrīda Pičukāne

Copertina di Three Sisters di Ingrīda Pičukāne. Vediamo una ragazza nel bosco che lasciva sta per ingerire delle bacche.Da un po’ di tempo colleziono i mini-kuš! che trovo in giro. La mia non è una collezione che mira alla totalità (son ben #56 i minivolumetti usciti), semplicemente prendo quelli che trovo più accattivanti. I lettoni di kuš! raccolgono i migliori autori indipendenti internazionali e nazionali per promuovere l’arte del fumetto nel loro paese dove la cultura del fumetto (a sentir loro) non esiste. Il mini-kuš! che mi ha colpito maggiormente è Three Sisters di Ingrīda Pičukāne, artista già presente nelle antologie (š! #1, #4, #7, #8, #17, #18, #22)

Le tre sorelle nel bosco

Ingrīda Pičukāne si è data parecchio da fare negli studi: prima la pittura alla Janis Rozentals Riga art school, in seguito due master all’Art Academy of Latvia e all’ Estonian Academy of Arts. Il suo blog No Problem Fashion, in cui rappresenta semplice gente che incontra per strada “so smart and so casual”, è in lettone ed inglese. I curiosi possono osservare la sua modalità di lavoro in questo video.

le three sisters trovano un uomo nudo

Three Sisters è una fiaba decadente e sensuale che racconta la collisione tra due mondi: l’incontro di tre sorelle con un russo nudo. Racconto in francese e russo (senza traduzioni, quindi incomprensibili per me le parole dell’uomo e la citazione finale), nelle 24 pagine non c’è possibilità di una narrazione ad ampio respiro. Sembra però di entrare in un mondo fatato e weird come quello delle Vivian girls del manoscritto The Realms of Unreal di Henry Darger.

Un albetto dove abbandonarsi in una miscela di stili (dark fantasy, outsider art, underground) che per gli amanti del neofolk come me è puro piacere. Mostra un sogno dal fascino antico, pericolosamente prossimo all’incubo. Il ripristino non riuscito di valori e principi trasformatosi in un disorientamento kitsch. Three Sisters inoltre regala l’avventura del ricercare la citazione finale. Quando scoprirò il significato delle lettere in cirillico aggionerò l’articolo. Eccolo schedato su Becomix!

COMIX 4000: il fumetto-scontrino – Forme Insolite #3

Ritorna Forme Insolite, la rubrica dedicata ai fumetti dai formati più strani. Questa volta vi presenteremo un “fumetto” decisamente particolare… Comix 4000, il fumetto-scontrino! Scusate la qualità della scansione, ma la carta termica non è incline alla conservazione.

Comix 4000, il fumetto scontrino. Si vedono 3 illustrazioni con didascalia: Objectif Lune con uno sgangherato astronauto, una macchina con Jean, Pluto che scova qualcosa

Incappai in questa produzione super underground ad Angouleme nella sezione dedicata ai BD alternativi, in un salone vicino alla Place de l’Hotel de Ville. Il classico raduno di fumettari underground che unisce freaks, cyberpunks e irregolari con le loro autoproduzioni. Un posto ottimo per trovare adesivi cool e incontrare outsider spesso drogati. Ad aver creato questo capolavoro sono due ragazzi, Kevin Gauvin e Loic Urbaniak, sotto il nome di Comix 4000. Premendo un bottone da una magica scatolina fuoriusciva questo scontrino/fumetto, ogni volta proponendo “storie” diverse. Questo perché la macchina sceglieva a caso le immagini precaricate da stampare sulla carta termica.

Per chi non lo sapesse i fogli degli scontrini sono ricoperti da un un’emulsione con un colorante e un reattivo specifico. Nel momento della stampa una testina surriscaldata crea una reazione tra il colorante e il reattivo producendo così l’immagine. Lo svantaggio principale di stampa è la caducità della riproduzione, condannata a sbiadimento veloce (sopratutto se conservata nel portafoglio per qualche mese).

La mia anima in pena, uomo nudo in macchina, uomo che medita sull'amore Vignette illustrate in stile art-brut con didascalie ci trasportano in un immaginario assurdo. La vignetta Obiettivo Luna rappresenta uno strampalato astronauta, Della magia in te un uomo che porge il sesso fuori da una vettura, Une histoire sans fin dichiarazioni d’amore davanti a un bicchiere di vino. Tipica vita francese, insomma. La mia vignetta preferita rimane Pluto con la didascalia Bingo! e mi ricorda il modo lisergico di rappresentare i personaggi Disney di Fabio Tonetto (di cui presto vi offriremo una intervista!). Un cut-up senza senso, un automatismo meccanico erede del dadaismo Comix 4000 è una divertente trovata underground. Chissà se incapperemo nei ragazzi all’AFA festival o al Crack di Roma.  Eccolo inserito nel database di Becomix!

Un nuovo medioevo – Blame! incontra Eco

Il lungo viaggio nei dedali di architetture impazzite di Blame può essere considerato allegorico come l’inferno dantesco. L’ambientazione futuristica di Tsutomu Nihei è un nuovo medioevo, un periodo in cui l’intelligenza è morta e non ci si immagina un futuro dal riscatto possibile.

Pure Nihei consiglia l’interpretazione dell’opera in chiave fantasy, descrivendola nel frontespizio come “Adventure-seeker Killy in the cyber dungeon“, conferendole un aspetto ludico, di evasione, vicino ad un immaginario da gioco di ruolo o videoludico. Non bisogna però dimenticare che la quest, la ricerca, è una delle caratteristiche della letteratura medievale, come il Materiale di Britannia, le chanson de geste, i romanzi di Crétien de Troyes.

In Blame! non mancano cavalieri, spade, duelli, labirinti, dame e fatine (anche se decisamente inquietanti e grottesche); le caratteristiche del fantasy sono inserite in un contesto di incubo fantascientifico. Questo tipo di ibridazione è piuttosto comune nei manga ma in Blame!, opera di intrattenimento ed evasione, possiamo trovare qualcosa di più.

L’oblio di sé è una delle caratteristiche che emergono dai personaggi. Non semplice dimenticanza della proprio identità ma sopratutto di un sapere antico, di un legame ancestrale col passato. Molti personaggi ammettono di essere analfabeti. Dimenticata è la Storia: quando Shibo chiede ad un pescatore elettrico perché i loro antenati vengano chiamati “piantatori”, questo risponde di non sapere, gli antenati sono ormai scomparsi.

Umberto Eco, ne Il nome della rosa, fa dire a uno dei suoi monaci, Nicola da Morimondo, maestro vetraio:

“La grande opera vetraria, che abbelliva la chiesa e l’Edificio, era già stata compiuta almeno due secoli indietro. Ora ci si limitava a lavori minori, o alla riparazione dei guasti del tempo. <E con gran fatica> aggiunse, <[…] è inutile,> soggiunse, “non abbiamo più la saggezza degli antichi, è finita l’epoca dei giganti!”

Guglielmo da Baskerville risponde:

<Siamo nani>, ammise Guglielmo, <ma nani che stanno sulle spalle di quei giganti, e nella nostra pochezza riusciamo talora a vedere più lontano di loro sull’orizzonte.>

Nel Log. 5 un personaggio indicando quel che rimane di un gigante costruttore:

“Quelli sono dei costruttori risalenti a un tempo ormai antico. Corre voce che il dipartimento di governo abbia riportato in vita la tecnologia di quell’epoca. Al giorno d’oggi, noi abbiamo dimenticato perfino come si decifrano i caratteri che vengono visualizzati sulle nostre retine.”

Anche il pescatore elettrico chiede a Shibo di decifrare la scritta sulla porta d’entrata Toha, perché hanno perso la capacità di decifrare i caratteri antichi. C’è un curioso parallelismo con il romanzo storico di Eco: i pescatori elettrici sono nani, mentre Killy e Shibo, provenienti dall’antichità sono giganti (Killy è un antichissimo messaggero segreto del sistema precedente Safeguard, mentre Shibo proviene dall’Industria Bioelettro e ha compiuto svariati cicli di nascita e morte). I pescatori elettrici sono dei nani appoggiati sulle spalle dei giganti antichi.

Se Nihei abbia creato questo parallelismo di volontà e conosca l’opera di Eco, non ci è dato saperlo. Il mangaka riesce però a descrivere un mondo, e quindi a parlare della contemporaneità, in cui l’età dell’oro è passata da un pezzo e non rimangono che halber mensch, mezzi-uomini a popolare questa landa desolata.

 

 

 

Tecniche per rubare riviste e istruzioni per una vita migliore – Piccoli furti di Michael Cho

Doppia tavola in bicromia di Piccoli Furti

Una delle qualità del fumetto come mezzo espressivo è la capacità di riunire sulla carta molte tematiche. Queste tematiche vengono filtrate dall’autore attraverso la sua poetica, la sua narrazione, il suo punto di vista. Il fumetto ha un’occhio verso il mondo esterno e verso quello interno dell’autore e dei lettori. Questi ultimi, dovendo creare i collegamenti mentali tra una vignetta e l’altra, si inseriscono nello spazio bianco e così facendo si impossessano dell’opera. Shoplifter, o Piccoli Furti,  di Michael Cho è un fumetto estremamente ben riuscito: l’autore riesce a narrare una storia ben salda alla nostra contemporaneità, dando il suo punto di vista narrativo ed espressivo, catturando il lettore che dopo la lettura si sente coinvolto e più ricco.

Copertina di Piccoli furti

Edito da poco in Italia da Rizzoli, ma uscito nel 2014 in USA e Canada per Pantheon, Piccoli Furti racconta un momento decisivo della vita di Corinna Park. Laureatasi in letteratura inglese, si immaginava un futuro di romanzi e letteratura, ma si ritrova incatenata al suo lavoro di pubblicitaria dove aveva iniziato a lavorare per pagarsi i debiti universitari. Tra compagni d’azienda, social network e un gatto che non dispensa affetto, l’unico momento in cui si sente viva e quando ruba le riviste nello store locale. Tecnica di furto che ci viene spiegata nel dettaglio, caso mai ci volessimo cimentare anche noi.

Due tavole in cui la protagonista si lamenta del rapporto con il gatto

Il mondo va verso la catastrofe ambientale, i social sono un’ulteriore patina di ipocrisia tra noi e il prossimo, il lavoro per le corporation non è che colorire i sogni dei clienti. Impersonificarsi con la protagonista risulta piuttosto semplice per la nostra generazione cresciuta nelle illusioni del progresso e che si deve confrontare con una realtà ben più complessa. Il lettore fa subito suo il libro, diventa un ladro d’opera, come la protagonista del romanzo grafico.

Tavole di riflessione della protagonista. Compare anche un orso polare in un igloo che si sta sciogliendo

La narrazione è chiara, le tavole sono divise nettamente. Il tratto è deciso e nitido, allo stesso tempo classico e moderno. Secondo il giornalista John Semley il suo stile ricorda la pop art di Roy Lichtenstein e l’estetica della silver age. L’utilizzo della bicromia rosa pantone e nero suggerisce una emotività virtuale dell’era dei social media, con una rimembranza verso un passato di plastica degli ’80s. Nonostante queste tinte e la protagonista femminile non è un graphic novel esclusivamente per signorine, il messaggio di Cho riesce nella sua universalità: dare una svolta alla propria vita, cercare di realizzarsi not matter what.

Tavole in cui spiega come rubare una rivista

Piccoli furti è il debutto di Michael Cho, autore nato nella Corea del Sud ma spostatosi in Canada in giovane età. Oggi vive a Toronto. I suoi lavori sono apparsi su molte riviste e ha lavorato per case editrici come Random House/Knopf e Penguin Books. Inoltre ha creato il webcomic Papercut. La versione americana/canadese è schedata su Becomix, per vedere la scheda basta cliccare qui.

Welcome to Becomix

Original article dated Monday, December 12th, 2016. Written by Juan

Becomix Logo

Welcome to Becomix‘s blog! Thank you for having come till here.

Many may be wondering what is Becomix exactly, what is this site about. An answer could be: a  platform developed using open-source technologies with the aim of realizing a crowdsourced comics database, linked to a marketplace that will put in touch sellers and collectionists from all over the world. A site that offers you the tools, the space and a simple way to catalogue your collection.

If it’s not clear, let me explain how this idea has come to be. The explanation is a bit long, but it will make you understand what kind of site are we going for.

Ever since I’ve been a kid I’ve been a comics reader. Every week I awaited various Disney Series (Topolino [Mickey Mouse magazine, tn], Paperinik, Topomistery), The Smurfs, Il Giornalino and anything else I could put my hands on. With the start of middle school happened something unexpected: PK came out.

A friend of mine, which already got ahold on the number Zero and Zero/Two issues, showed it to me. What an absurdity, to start a series from number zero. But more importantly, where did the Zero/One issue go? For my peace of mind I choose to subscribe straight away to the series, so that I would not miss any issue (moreover the first three “Zero” issues were shipped free of charge to all subscribers). Anyway the subscription didn’t quell my excitement: the issues always arrived early at the newsstand, so everytime the two-three weeks of wait gnawed at me before I could read Paperinik’s new adventures.

Thanks to PK’s format, american comics didn’t seem grown-up’s stuff anymore, so between Disney and Marvel there was a short step. During that summer the Onslaught’s saga came out, followed by the reboots of The Avengers, The Fantastic Four, Captain America, Iron Man and Hulk.

My fantasy was also stimulated by manga, it was easy to take out the cash for Dragon Ball, then Ranma ½, then Battle Angel Alita (Gunnm) and so on.

Soon the PKs were forgotten and left in a shelf. During high school, needing money and space, I sold my collection (not complete) to my friend Giuseppe Giulio aka Giugiù for the modest price of 30 euros, for the fisrt thirty issues. They were gone, the PK were gone, those damned PK that exasperated me with their delays, but more importantly marked my passage from childish comics to teen’s comics.

Some years later, graduated high school and university, I started working for Jpop manga as a translator. It lasted about an year, then for economic disputes the collaboration ended, but it was enough to put away some savings. And during the lonely nights, something didn’t add up. What was the thing that kept me awake at night? I had a job. I had (more than) a band. I had a girlfriend. I had friends. What was going on? It were the PK, reclaiming their rightful place in my closet.

Ok, understood. I have to  make them come back to me. Somehow.

Well, let’s look on the net. Where to begin? Trading sites… returned nothing, only eBay or bookstores. Let’s check eBay.  The most disparate prices, offers either too inclusive or not enough. I had to look in the various forums dedicated to comics, in the lenghty posts of people who wanted to get rid of their stuff.

Nothing, internet didn’t help. Let’s try calling Giugiù, which in the meantime became a front-end developer.

«Yeah, I can give them to you», he told me after contacting him «But at what price?»

There, the value. How much can cost 30 issues of PK, some ruined, an incompleted collection?
Internet searches, alas, didn’t help clarify the situation. Heck, I know the exact value of my LP collection, of every single one of them. I have lots of comics, yet I have no way to know their worth, to classify them, to sell some of them.
There’s a user-compiled platform, for records, that offers a musical database in which they can consult tons of info (versions, credits, labels, etc.) and immediatly see if someone is selling and at which price. A site that allows you to manage your collection, to review, catalogue, consult, free of charge. But what about comics? Let’s see.
Ok, there are some databases. Most of them are american, most of them are obsolete. Ok, there are some comics trading sites, beyond Amazon and eBay. But there is something exclusive to comics, that connects people? Do I have to sort through threads upon threads of forums to look for the issues that I am missing?

From here is born the idea of Becomix. When Giugiù came with the Pks I asked him:

«What  do you say about making a website like this together?»

In that evening of March 2016 started the Becomix project.

Juan (translation by Paolo Gozzi)

BECOMIX ADD COMIC GUIDELINES – ENGLISH V.1

HOW TO USE “ADD COMIC” FORM

Italian version here

GENERAL INFORMATION

  1. You must have the exact release in your possession when you make a release submission.
  2. Not all fields are obligatory, but the more information that is included increases the usability of the database for everyone. Required fields are: Title, Colour, Release Date, Format, Language, Images, Comic Publisher.
  3. If you’re adding Authors, Comic Publisher, Serie, Storyarc and Character that are not in Becomix, please fill out the with the basic details.
  4. The standard Becomix rule for english release is to capitalize the first letter of each word for the Artist, Series, Publishers, Storyarc and so on. Exception: Artist and title names which use unique letter-casing are accepted when it is intentional. This also applies to artist name particles (e.g. van, von, di, de, la, etc.), which can be lower case. Acronyms should follow what is written on the release, including any punctuation if used. Roman numerals should be entered using standard uppercase letters I, V, X, L, C, D, M.
  5. TITLE: type the title as is written in the cover. If it is a serie add the number of the issue (#). In case of homonomy with editions of other countries, type the country acronym in parenthese. Ex.: Usa original version “X-Men 2099 #4”; italian version “2099 X-Men #4 (ITA)”
  6. Before to submit a release, please check if it already exist in the database.
  7. You can use (number) to disambiguate two release.
  8. Users should use what is written on the release as much as is possible. If there are some errors in the release, please insert the correct information under COVER PRICE AND NOTES.
  9. Please use English. You can write comments and reviews in your own language, but the release form has to be completed in English.
  10. It is important to communicate the errors and nature of the correction to other users.
  11.  If you have any doubts, please write to info@becomix.me OR use Whatsapp Becomix Official.

TITLE

  1. Use this field to enter the main title of the release as written in the cover.
  2. Before to submit a release, please check if it already exist in the database.
  3. Capitalize the first letter of each word.
  4. Insert the number of the release; ex. “Amazing Spider-Man #121”.
  5. In case of homonomy with editions of other countries, type the country acronym in parenthese. Ex.: Usa original version “X-Men 2099 #4”; italian version “2099 X-Men #4 (ITA)”.
  6. It is possible to add identifier format to distinguish with other release, es.: “Ghost World – Twentieth Softcover Edition”.
  7. Specify if there is a Variant Cover.
  8. If needed, add more information under COVER PRICE & NOTES.
  9. This is a required field.

EPISODE TITLE

  1. Use this field to enter the main title of the release.
  2. Please follow the general Becomix guidelines for capitalization.
  3. You can add several episode titles.
  4. This field is optional.

SERIE

  1. Use this field to enter the name of the series.
  2. Please check the editorial information in the inside.
  3. Entering a comic series name that is not in Becomix will create a new comic series page.
  4. If the name of the series has changed, use the exact name you can see on the release. If needed, use “Notes” to add additional information.
  5. This field is optional, but if the release is part of a series, it is highly recommended to insert it.
  6. If you’re adding a comic series that is not in Becomix, please fill out the “Comic Series” profile with the basic details.
  7. In case of homonomy with editions of other countries, type the country acronym in parenthese. Ex.: Usa original version “X-Men 2099”; italian version “2099 X-Men (ITA)”.

RELEASE DATE

  1. Use this field to enter the release date.
  2. “Day” is not necessary and will not appear.
  3. Use the calendar to select the year and month.
  4. If you don’t know the month, choose january and specify in COVER PRICE AND NOTES.
  5. Date is required. If you don’t know, estimate one and write in COVER PRICE & NOTES that is a esteem. We will search for it!
  6. If it is a reprint without no differences with the original one, insert the original release date; Write in COVER PRICE AND NOTES the number of reprints.
  7. When you sell a comics, specify which repritn it is the comics you are selling.

COLOUR

  1. This field is required.
  2. Select in the checkbox if it is b/w or color.
  3. If you select other, specify in COVER PRICE & NOTES.

COMIC PUBLISHER

  1. Use this field to enter the Publisher House name.
  2. Please follow the general Becomix guidelines for capitalization.
  3. Entering a new comic publisher name that is not in Becomix will create a new comic publisher page; If you add a new one, please fill up with basic information;
  4. If the release is a supplementary of a journal or a magazine, please insert the journal’s publisher.
  5. Use COVER PRICE AND NOTES to add major informations.
  6. This field is required.
  7. If it is self-published, please enter this information in COVER PRICE & NOTES.
  8. If is not specified, leave it blank.

AUTHORS AND ROLE

  1. Use this field to enter the artist.
  2. If there is only one author of the comics, inserti it in “Comic Author”; otherwise, choose the correct field.
  3. You can add how many artist you need whit +.
  4. Type NAME and SURNAME or pseudonym.
  5. If you’re adding a new artist, please fill out the “Comic Artist” profile with basic details.
  6. If the author is anonymous, please leave it blank.
  7. The presence of an author in the database is suggested.

SELECT FORMAT

  1. Choose a format from the chart.
  2. If it is “other”, please specify in COVER PRICE AND NOTES.
  3. this field is required.

SELECT GENRES

  1. Use the chart to select the genres.
  2. if it “Other”, please specify in COVER PRICE AND NOTES.
  3. you can choose how many genres you need.

CHARACTER

  1. Use this field to enter the main characters of the release.
  2. The presence of a character in the dìdatabase is suggested.
  3. You can add how many characters you nedd with +.
  4. Entering a character name that is not in Becomix wil create a new character page; if you’re adding a character, please fill out the Character profile with basic details.
  5. Insert the most common name of a character; in profile you can add alias and others nicknames.
  6. Insert the name as written in the release; we will connect all the diferent names in the profile.

GROUP

  1. Use this field to enter groups appearing in the release, if there are any.
  2. You can add as many groups as you need using +.
  3. Entering a group name that is not in Becomix will create a new Group page; if you’re adding a group that is not in Becomix, please fill out the “Group” profile with basic details.
  4. Insert the group name as written in the release.

STORYARC

  1. If the issue is part of a story arc, please use this field to enter it (ex. Civil War).
  2. This field is optional, but if the release is part of a storyarc, it is higly recommended to insert it.
  3. If the storyarc name is the name of a character, please insert “(event)”, ex.: “Onslaught (event)”.
  4. Entering a storyarc that is not in Becomix will create a Storyarc page; please fill out “Storyarc profile with basic details.

LANGUAGE

  1. Choose in the chart the language of the release.
  2. If there is no language in the comic, please insert “Unspecified”.
  3. This field is required.

SELECT COUNTRY

  1. Choose the country were the comic was published (NOT MANUFACTORED).
  2. This filed is required.
  3. If it is impossible to know where it was published, choose “Unspecified”.

CODES

  1. Type the ISBN or other codes of the comic.
  2. Specify the code type, ex.: ISBN 978-88-89508-48-0 .

COVER PRICE & NOTES

  1. Type the original cover price.
  2. You can add weight, dimensions, other format information and what you think is relevant.
  3. Write in english.
  4. Don’t do a review or insert spoilers.

IMAGES

  1. This field is required.
  2. You can take a picture from your device, or taking it by internet.
  3. It is not alowed to use copyrighted images.
  4. The maximun size is 200 Kb.
  5. The format should be .bmp, .jpeg, or .png.
  6. You can add other images when editing the release.

OTHER INFORMATIONS

EDIT AUTHOR

  1. Mod Auth: modify Author name.
  2. Mod A Name: add author nickname or pseudonymous.
  3. Mod A Bio: add author biography.
  4. Mod A Site: add author web page.
  5. Mod A Awards: add awards winned by the author.
  6. Select Country: add the nationality.
  7. Character Invented: add characters invented by the author.
  8. Character Contributed: add characters contributed (written or illustrated) by the author; ex.: in Frank Miller profile you can add Daredevil here.

EDIT CHARACTER

  1. Mod Name: modify character name; general rule is to use the most common name; ex. Wolverine, not Logan; if there are other version of the character, specify: ex. Wolverine (Earth-616) .
  2. Mod C Alter Ego: add the character personal name, ex. James Howlett for Wolverine.
  3. Mod C Aliases: add alies, ex.: Logan for Wolverine.
  4. Mod Ch Bio: wrote a short bio.
  5. Mod Group Affiliation: add the group affilitation (X-Men, X-Force, etc).
  6. Mod First Appearance: add the first appereance; ATTENTION: YOU SHOULD ADD A RELEASE OF THE DATABASE TO COMPLETE THIS FIELD; if there isn’t, leave blank.
  7. Creators: add Creators.

EDIT PUBLISHER – MODIFICA EDITORE

  1.  Type the complete name of the publisher.
  2. Subpublisher: sublaber (es.: Vertigo Comics).
  3. History: publisher history.
  4. Site: add the site.

EDIT STORYARC – MODIFICA ARCO NARRATIVO (SAGA)

  1. Currently not available!

GUIDA ALLA COMPILAZIONE DI BECOMIX – ITALIANO (V.1.0)

COME COMPILARE IL FORMULARIO DI BECOMIX PER LA CATALOGAZIONE DI UN ALBO

English version here

INFORMAZIONI GENERALI

  1. La regola principale è: AVERE LA COPIA FISICA DEL FUMETTO.
  2. Prima di inserire un fumetto, controllare che non sia già presente nel database.
  3. Non tutti i campi sono obbligatori, maggiore sono le informazioni inserite maggiore sarà la fruibilità del database. I campi obbligatori sono: Title (TITOLO), Colour (COLORE), Release Date (DATA DI USCITA), Format (FORMATO), Images (IMMAGINE). Le altre informazioni sono arbitrarie.
  4. Quando si inseriscono autori, storyarc, personaggi, case editrici è bene completare anche le nuove pagine create.
  5. Quando si inseriscono le informazioni di uscite inglesi, è bene scrivere la prima lettera di ogni parola con la lettera maiuscola. Eccezioni: quando Nickname, titoli e altro sono volutamente in stampatello minuscolo. Gli acronimi devono essere scritti come appaiono nel fumetto. Le lettere romane devono essere in maiuscolo. Possono essere in minuscolo preposizioni di nome (van, von, di, de la, ecc) e articoli e preposizioni. I titoli episodio non necessitano ogni parola con la prima lettera in maiuscolo.
  6. Nel titolo bisogna scrivere: il titolo come compare in copertina, il numero preceduto da # e in caso di omonimia con edizioni di altri paesi il paese tra parentesi. Es. “X-Men 2099 #4 (ITA)”
  7. Per disambiguare si può utilizzare (n) o precisando il formato.
  8. Bisogna attenersi il più possibile alle informazioni dell’albo. Se sono presenti informazioni errate, inserire l’informazione corretta in COVER PRICE AND NOTES.
  9. Nella compilazione della scheda fumetto è importante inserire le note in lingua inglese. I commenti possono essere in qualsiasi lingua.
  10. È importante comunicare errori e correzioni agli altri utenti.
  11. Per qualsiasi dubbio scrivere a info@becomix.me oppure al gruppo Whatsapp.

TITLE – TITOLO

  1. Inserire il titolo dell’albo per come è riportato dalla copertina.
  2. Prima di inserire un fumetto, controllare che non sia già presente nel database.
  3. Inserire la prima lettera di ogni parola con la lettera minuscola (tranne eccezioni).
  4. Indicare il numero dell’uscita o numero del volume; es.: “Amazing Spider-Man #121”).
  5. Nel caso ci siano versioni di altre nazioni con lo stesso nome, indicare tra parentesi la nazionalità con lo stesso nome; es.: “X-Men 2099 #4 (USA)” .
  6. Si possono aggiungere identificativi di formato; es.: “Ghost World – Twentieth Softcover Edition”.
  7. Se l’edizione che si sta inserendo ha una variant cover indicare nel titolo.
  8. Se necessario, aggiungere altre informazioni in COVER PRICE AND NOTES.
  9. Il titolo è un campo obbligatorio.

EPISODE TITLE – TITOLI EPISODI

  1. Se è presente, inserire il titolo dell’episodio.
  2. Se il titolo è in inglese, mettere la prima lettera di ogni parola in maiuscolo. Se è in altre lingue non è necessario.
  3. Puoi aggiungere più titoli (ad esempio un albo degli X-Men italiano contiene più albetti americani e quindi più titoli).
  4. Questo campo è opzionale.

SERIE

  1. Inserire il nome della serie.
  2. Se non è chiaro, controllare all’interno del volumetto.
  3. Inserire un Comic Serie non presente nel database di Becomix aggiungerà una nuova scheda nel database.
  4. Se il nome della serie è cambiato nel tempo, inserire il titolo che troviamo nel fumetto e usare COVER PRICE AND NOTES per aggiungere ulteriori informazioni.
  5. Se si inserisce una nuova serie è bene completare il form della serie.
  6. Nel caso ci siano edizioni di diversi paesi omonime, aggiungere la sigla della nazione tra parentesi. Non è necessario per il paese d’origine.

RELEASE DATE – DATA DI USCITA

  1. Inserisci la data di uscita del fumetto;
  2. Non è necessario inserire il giorno;
  3. Puoi inserire la data digitando o scegliendola dalla tabella.
  4. Se non si conosce il mese, inserire gennaio.
  5. La data è obbligatoria. Nel caso non si conoscesse, stimarne una e scrivere su COVER PRICE AND NOTES che non si ha la data. Ci mobiliteremo per scoprirla!
  6. Se si tratta di una ristampa, inserire la data di pubblicazione e in COVER PRICE AND NOTES scrivere il numero di ristampe.
  7. Quando si vende un fumetto, specificare se si tratti di una ristampa e quale.

COLOUR – COLORE

  1. Indicare se il fumetto è in bianco e nero (b/w) o a colori.
  2. Questo campo è obbligatorio.
  3. Se non si sa cosa scegliere, specificare nelle note.

COMIC PUBLISHER – CASA EDITRICE

  1. Questo campo serve per indicare la casa editrice.
  2. Mettere la prima lettera maiuscola per ogni parola.
  3. Inserire un nuovo Editore creerà una nuova scheda nel database di Becomix. Nel caso se ne aggiunga uno nuovo, è bene completare il formulario dell’editore.
  4. Se si tratta di un supplemento ad una rivista o giornale, indicare l’editore della rivista.
  5. Usare COVER PRICE AND NOTES per aggiungere maggiori informazioni (collane, collezioni, sotto label, ecc.)
  6. Questo campo è obbligatorio.
  7. Se è una autoproduzione, indicare chi ha prodotto il fumetto. (Nel caso sia un autore, indicare il nome dell’autore.)

AUTHORS AND ROLE – AUTORI E RUOLI

  1. Qui si possono inserire gli autori del fumeto.
  2. Come Comic Author si intende un autore che cura tutto il fumetto (sceneggiatura, illustrazioni, ecc).
  3. Si possono aggiungere quanti artisti necessari e indicare il ruolo.
  4. Inserire Nome e Cognome oppure pseudonimo.
  5. Inserendo un nuovo autore, si creerà una pagina nuova nel database di Becomix. Se si aggiunge un autore nuovo, è bene completare il form con le informazioni di base.
  6. Se l’autore è anonimo, lasciare i campi vuoti.
  7. La presenza di un autore nel database è suggerita dall’autocompletamento.

SELECT FORMAT – SELEZIONA FORMATO

  1. Paperback: brossurato
  2. Hardbound: cartonato
  3. Hardcover: copertina rigida
  4. Magazine: rivista
  5. Newspaper: giornale
  6. Box
  7. Altro: altri formati. Da specificare poi in COVER PRICE AND NOTES

Inserire il formato è obbligatorio.

SELECT GENRES – SELEZIONI GENERI

  1. Usa il checkbox per scegliere i generi.
  2. Se è “Other” (altro), specificare in COVER PRICE AND NOTES.
  3. Puoi inserire quanti generi vuoi.

CHARACTER – PERSONAGGIO

  1. Si possono inserire i personaggi presenti nel fumetto.
  2. L’autocompletamento suggerirà la presenza nel database del personaggio.
  3. Puoi aggiungere tutti i personaggi che vuoi, basta schiacciare +.
  4. Aggiungere un personaggio non presente nel database creerà una nuova scheda nel database; è bene completare il form del personaggio con le informazioni di base.
  5. È bene inserire il nome del personaggio con il nome più comume: inseriremo Wolverine, non James Howlett o Logan; nella pagina del personaggio si possono aggiungere il nome reale e altri soprannomi.
  6. Se il fumetto è in italiano, tenere i nomi dei personaggi per come compaiono. Ci penseremo noi ad unirli nella scheda personaggio.

GROUP – GRUPPO

  1. In questo campo si possono aggiungere i gruppi presenti nel fumetto (es. X-Men, Fantastici Quattro, es.).
  2. Si possono aggiungere più gruppi con il tasto +.
  3. Se si aggiunge un gruppo non presente nel database, è bene completare le informazioni di base.

STORYARC – ARCO NARRATIVO (SAGA)

  1. Se il fumetto fa parte di un ciclo narrativo o saga, utilizzare questo campo (es. Civil War, Secret Wars, ecc.)
  2. Questo campo è opzionale, ma se l’albo rientra in una saga è raccomandabile inserirlo.
  3. Se il nome dell’arco narrativo si riassume con un personaggio, inserire il nome personaggio e “(event)”. Es. Onslaugh (event)
  4. Inserire un nuovo Storyarc aprirà una nuova scheda nel database: è bene completare con le formazioni di base.

LANGUAGE – LINGUA

  1. Scegli la lingua in cui è scritto il fumetto.
  2. Se il fumetto è muto scegliere Unspecified (non specificato).
  3. Questo campo è obbligatorio.

SELEZIONA PAESE

  1. Scegliere il paese in cui è stato pubblicat il fumetto.
  2. Non si intende il paese in cui è stato prodotto o stampato: se la casa editrice è francese ed è distribuito in Francia, ma il fumetto è stato stampato in Cina, scegliere France.
  3. Questo campo è obbligatorio. Nel caso non sia possibile risalire inserire Unspecified (non specificato).

CODES – CODICI

  1. Qui si possono inserire codici identificativi come ISBN e altri.

COVER PRICE AND NOTES

  1. Inserire il prezzo originale di copertina, dimensioni, peso e altre informazioni se rilevanti.
  2. Scrivere in inglese.
  3. Non scrivere recensioni o spoiler.

IMAGES – IMMAGINI

  1. Caricare un’immagine è obbligatorio.
  2. Puoi scattare una foto dai tuoi dispositivi (smartphone, computer, ecc.).
  3. Si possono utilizzare immagini tratte dal web, ma non si possono usare immagine protette da copyright.
  4. I formati accettati sono .bmp , .jpeg, .png
  5. La dimensione massima è 200 Kb.
  6. Quando si compila il form si può aggiungere solo una immagine; in seguito se ne possono aggiungere altre.

 

ALTRE INFORMAZIONI UTILI

EDIT AUTHOR – MODIFICA AUTORI

  1. Mod Auth: modifica nome autore.
  2. Mod A Name: si possono aggiungere nickname e pseudonimi.
  3. Mod A Bio: si può scrivere la biografia dell’autore.
  4. Mod A Site: si può aggiungere il sito dell’autore.
  5. Mod A Awards: si possono aggiungere i premi vinti dall’autore.
  6. Select Country: si sceglie la nazionalità dell’autore.
  7. Character Invented: si possono aggiungere i personaggi inventati dall’autore.
  8. Character Contributed: si possono aggiungere personaggi non creati dall’autore ma che ha illustrato o sceneggiato.

EDIT CHARACTER – MODIFICA PERSONAGGI

  1. Mod Name: modifica nome personaggio; in linea generale si sceglie per il nome più conosciuto. Es. Wolverine, non Logan. Se esistono varie versioni del personaggio, indicare tra parentesi l’universo di riferimento. Es. Wolverine (Earth-616)
  2. Mod C Alter Ego: si può inserire il nome “reale” del personaggio. Es. James Howlett.
  3. Mod C Aliases: si possono aggiungere altri nomi. Es. Logan.
  4. Mod Ch Bio: si può scrivere una bio del personaggio.
  5. Mod Group Affiliation: si possono inserire i gruppi di cui ha fatto parte (X-Men, X-Force, ecc)
  6. Mod First Appearance: si può inserire il primo numero in cui è apparso. ATTENZIONE: Per completare questo campo è necessario che ci sia l’esatta release da collegare alla scheda.
  7. Creators: si possono aggiungere i creatori del personaggio.

EDIT PUBLISHER – MODIFICA EDITORE

  1.  Inserire il nome editore completo.
  2. Subpublisher: Si possono inserire sottoetichette (es.: PlanetManga di Panini Comics).
  3. History: si possono scrivere informazioni sulla storia dell’editore.
  4. Site: si può aggiungere il sito internet.

EDIT STORYARC – MODIFICA ARCO NARRATIVO (SAGA)

  1. Al momento non disponibile!

 

 

 

Introducing: Cerebus the Aardvark di Dave Sim

Il fumetto che mi ha aperto più orizzonti nella mente: Cerebus the Aardvark, opera enorme e inclassibicabile, un fumetto sul fumetto, scritta e disegnata dal geniale (e controverso) canadese Dave Sim. Ho perso dietro questa serie ben due anni della mia vita e appena il tempo me lo concederà mi ritufferò nello studio di questa epica.

Cerebus che riflette sulla propria vita in Like A Looks, Cerebus #137

Nel lontano dicembre 1977 compare nel panorama del fumetto nordamericano un albo insolito destinato a sconvolgere radicalmente i canoni classici di questo mezzo espressivo. Dave Sim, seguendo il proprio comandamento “Thou shall break every law in the book”, inizia a pubblicare in maniera indipendete Cerebus the Aardvark, una parodia del genere fantasy à la Conan il Barbaro, con protagonista un oritteropo (da “aardvard” in afrikaans, che si traduce con “maiale di terra”). La casa editrice Aardvark-Vanaheim fu fondata dall’autore e da Deni Loubert (all’epoca findanzata di Sim, in seguito moglie e successivamente ex-moglie). L’opera sarà conclusa nel marzo 2004, con il numero 300. Con le sue 6000 tavole circa, è considerata la serie a fumetti nordamericana creata da un solo autore più longeva. Tutto solo Sim non è stato: dal numero 65 gli sfondi sono stati curati dal virtuoso Gerhald.

Copertina di High Society

La serie è stata ristampata in sedici raccolte definite “phonebooks“, data la somiglianza alle guide telefoniche (tante pagine e carta di bassa qualità). In Italia sono stati tradotti esclusivamente il secondo volume Alta società ed il terzo Chiesa e Stato (Vol.1) dalla Black Velvet. Può sembrare strano che si sia partito dal secondo numero, ma questo perchè High Society (le issue originali dal 26 al 50) formano un ciclo narrativo compiuto, mentre i primi numeri (raccolti nel phonebook Cerebus) sono formati da storie autoconclusive o cicli brevi, in cui il tratto è ancora acerbo e non ci sono ancora le grandi tematiche e sperimentazioni a cui Sim ci abituerà in seguito.

Wolveroach, una delle mille trasformazioni dello scarafaggio

Alta Società è godibile anche senza aver letto il primo volumone, ma il lettore rimane un po’ spiazzato quando compaiono personaggi come The Roach (un completo imbecille dalle personalità multiple che Sim utilizza per deridere le icone del fumetto come Batman, Capitan America, Wolverine, the Punisher e Dream di Sandman), Elrod l’albino (caricatura di Erlic of Melnibone di Michael Moorcoc), Red Sophia ma sopratutto Jaka, l’unico drammatico amore del nostro maiale di terra.

Quando una ragazza chiese a Cerebus “Cosa stai pensando”?

Se nel primo phonebook Cerebus è presentato come un barbaro iniziato alla magia, o come mercenario senza scrupoli che sperpera i suoi bottini in luride taverne, in seguito diventerà primo ministro di una città stato chiamata Iest (in High Society, satira dei meccanismi della politica e ai giochi di potere), poi papa alcolizzato (in Church and State I & II), e ancora rinnegato, barista e molto altro ancora cose nelle ultime storie. L’intera serie ci racconta la vita (discutibile) del protagonista, con le sue vittorie, sconfitte, sbronze, ma ci racconta anche la vita dell’autore: Sim infatti, oltre a comparire più volte, ci esporrà le sue idee politiche e sociali, spesso controverse (come, ad esempio, le sue posizioni antifemministe).

Parliamoci chiaro: le posizioni politico e sociali della seconda metà sono insostenibili. Sim è un genio egomaniaco, che ha abusato per buona parte della vita di alcool e droghe. L’idea di fare una serie in 300 albi gli è venuta mentre era internato per overdose di LSD. Prima donna, si arrocca sempre più nelle sue posizioni, riversando km di inchiostro contro i critici. Dal divorzio con Deni, circa a metà serie, inizia a scaricare le frustrazioni sentimentali dentro l’opera, fino a diventare un patetico paranoico, che crede di essere vittima di complotto marxista-femminista. Sim da irriverente iconoclasta figlio della cultura hippy, militante per i diritti degli autori, diventa un polemico reazionario, fino ad una clamorosa conversione religiosa. Chiaramente qualcosa è andato storto nel cervello dell’artista, ma nell’opera più Sim approfondisce le sue posizioni controverse, maggior virtuosismo riversa nel fumetto. Provare per credere.

Jaka, Issue #129

La prima metà è sicuramente quella più godibile, molti critici sono d’accordo nel giudicare il quinto volume, il celebre Jaka’s Story, come suo picco narrativo. Scritto in parte in prosa e in parte a fumetto, la tragica storia è uno studio sul personaggio femminile più importante della saga, sulla relazione dei generi e sulla repressione da parte della politica dell’arte. La parte in prosa racconta l’infanzia di Jaka, ed è scritta camuffando lo stile di Oscar Wilde, personaggio molto importante nella serie, di cui ne viene raccontata la morte, ampiamene documentata, nel sesto phonebook Melmoth. Non è l’unico cameo di personaggi reali nel opera: possiamo citare le comparse anche di Scott Fitz Gerald, Hemingway e sua moglie, la Tatcher, Woddy Allen, Mike Jagger e Keith Richard.

Mica male Gerhald negli sfondi.

 

Sim è uno sregolato sperimentatore: dalla impostazione delle tavole, al lettering, per non parlare della lingua e dei linguaggi. Indaga la psiche dei personaggi e la propria senza alcun freno, è un fine parodista della politica e della società, della letteratura e del cinema. Protagonista delle riflessioni rimarrà però sempre il fumetto di per sè, di cui Sim si erge come paladino. Ricordiamo che Sim, alfiere dell’autoproduzione, si spese sempre per difesa dei diritti d’autore, fu una delle figure centrali nella creazione del Creator’s Bill of Right, documento a difesa dei diritti dei fumettisti. Influenzò inoltre generazioni di autori, come Kevin Eastman e Peter Laid, creatori delle Tartarughe Ninja, Todd McFarlan (esiste perfino un cross-over Cerebus/Spawn), Jeff Smith e Neil Gaiman.

Cosa aspettate? Cercatevi i volumi in italiano, e se siete dei coraggiosi masticatori d’inglese completate la collezione. Consigliato a chi, stanco dalla monotona realtà delle graphic novel, è alla ricerca di un fumetto che sia un grande prodotto artistico e non mero intrattenimento. Non ve ne pentirete!

Per ora non abbiamo caricato tutti i volumi di Cerebus sul database, ma ecco:

A breve avremo un sistema di caricamento nuovo! Provare per credere!